Schiaccia di Pasqua con ricotta e anice

Le ricette della tradizione casalinga e i sapori che ricordano la cucina della nonna.

La Schiaccia di Pasqua con ricotta e anice dolce ha tantissime varianti. Questa ricetta, scovata nel ricettario di una nostra nonnina, è veramente interessante. Vi va di sperimentarla? Allora armatevi di grembiule, terrine, mestolo e … si comincia!

Ingredienti:

  • 4 uova fresche
  • 700 gr di zucchero
  • 1 kg di farina 00
  • 500 gr di ricotta con latte di pecora
  • 100 gr di burro
  • 100 gr di strutto
  • cannella in polvere, a piacere
  • 1 bicchiere di sambuca
  • semi di anice, precedentemente messi a bagno in un bicchiere di sambuca
  • 40 gr di lievito per dolci in polvere
  • vanillina, aroma per dolci in bustina

Come prima cosa, mettiamo burro e strutto in un pentolino, affinchè si sciolgano insieme. Nel frattempo amalgamiamo tutti gli ingredienti, utilizzando un mestolo in legno (palestra e cucina insieme 🙂 ) oppure le fruste elettriche.

Uniamo le uova allo zucchero ottenendo un composto spumoso, aggiungiamo la ricotta, burro e strutto, continuando a mescolare molto bene. A questo punto versiamo il bicchiere di sambuca, i semi di anice e una spolverata di cannella in polvere a piacere. Ottenuto un composto bello morbido, iniziate ad aggiungere farina setacciata un poco alla volta, oltre a lievito e aroma di vanillina in polvere. Il composto non dovrà avere grumi ed essere abbastanza sodo.

L’impasto ottenuto è molto, potete quindi suddividerlo in più teglie, imburrate e infarinate, per agevolarne la cottura. Vi consigliamo di riempire fino a metà, 3 piccole teglie di circa 20×25 cm. Spennellate la superficie con il tuorlo di un uovo e mettete in forno statico, preriscaldato, a 180° per circa 1 ora. Vi accorgerete che sarà pronta, quando sarà bella dorata e si sprigionerà in casa un buono e dolce profumo di anice.

La Schiaccia di Pasqua con ricotta e anice si conserva benissimo, in luogo fresco e asciutto alcuni giorni, in un sacchetto per congelatore.

Si può mangiare per la nostra tradizionale Colazione di Pasqua con uova sode benedette e capocollo, oppure in versione dolce con le uova di cioccolata e la marmellata fatta in casa. Una bontà tradizionale pasquale irrinunciabile!

Manca l’ingrediente segreto! In realtà più di uno … fantasia, tempo, serenità e utilizzare prodotti genuini e locali, possibilmente a Km 0.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on pinterest
Share on telegram
Share on email